Blog: http://efesto.ilcannocchiale.it

Troppi silenzi.

Oggi il post non lo scrivo io perchè vorrei rivolgere a voi amici blogger alcune domande a cui non so rispondere.
Non riesco a rendermi conto di quanto sia effettivamente grave la crisi finanziaria che sta investendo gli USA e l'Europa.
Non mi occupo di economia e non ho gli strumenti per farmi un'idea personale. Ascolto la radio, leggo i giornali, guardo la TV, ma non ho ancora capito l'effetiva portata del problema.
Veltroni parla di una crisi come quella del '29, Tremonti dice che sta crollando un sistema. Allarmismo? realtà? Dov'è la verità?
Le notizie non esistono, tutti parlano per slogan: c'è chi vuole alzare la preoccupazione e chi cerca di sviare il problema.
Dov'è la verità?
Vorrei rimanere con i piedi per terra, farmi un'idea della situazione, non oscillare sull'onda del terrore. Denuncio la totale mancanza di informazione. Crollano le borse .. ok, ma questo che ripercussioni può avere sul povero risparmiatore? o sull'economia di questo paese che arranca ? Se crolla questo sistema con cosa sarà sostituito? E nel frattempo che succederà mentre i mercati cercano un nuovo equilibrio?
Ho il maledetto vizio di farmi domande e soprattutto quello di non accettare niente che non riesco a comprendere.
Ovviamente se la crisi fosse di dimensioni apocalittiche nessuno ci direbbe niente... manderebbero in fumo i risparmi di una vita per garantirsi la sopravvivenza per un paio di mesi.
Dicono che le famiglie italiane hanno un bilancio più solido di quelle americane (?): che vuol dire, che il nostro piccolo paesello riuscirà ad arginare il crollo della galassia occidentale?
Chiedo umilmente a chiunque si sia fatto un'idea del problema, e ne abbia voglia ,di condividere le sue riflessioni con me. Detesto brancolare nel buio.
Grazie


Pubblicato il 6/10/2008 alle 19.33 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web